GLOSSARIO

Gioielleria

Gioielleria

All | A B C D F G H I J K L M O P Q R S T U V W Z
There are currently 24 termini in this directory beginning with the letter C.
Cabochon
Il cabochon ha tagliato i numeri tra i cosiddetti "tagli lisci" in cui la superficie liscia della pietra non è suddivisa in sfaccettature. Conosciuto anche come il "mugel cut", il cabochon è il taglio più antico conosciuto per le gemme. Gli intenditori distinguono tra cabochon a forma di palla, che assomigliano a un emisfero incline nella vista laterale, e cabochon conici, che salgono ripidi fino a un punto arrotondato nella vista laterale.

Carati
La parola "carat" è anche talvolta scritta con una "K", ma è sempre abbreviata "ct". Il carato è stato utilizzato fin dall'antichità classica come unità di peso per pietre di gioielleria e perle. Carat, come unità di peso, non deve essere confuso con "carat" come un grado di purezza per le leghe d'oro. Entrambe le parole derivano sia dalla parola greca "keration" (il frutto dell'albero di carrube) o dal seme di kuara dell'albero di corallo africano. Un carato metrico pesa 0,2 grammi. Gli appassionati di gioielli sono particolarmente interessati al peso, cioè al numero di carati, dei diamanti. Un tipo leggendario di diamante è il "un carato": cioè un diamante di 6,5 mm di diametro e un peso esatto di 0,2 grammi. Un "mezzo carato" misura 5,2 mm di diametro. Un "due carati" ha un diametro di 8,2 mm.

Carré
Il taglio carré, noto anche come taglio quadrato, è una forma quadratica per le pietre preziose trasparenti. La sua tavola quadratica è solitamente circondata da un bordo terrazzato costituito da due file di sfaccettature.

Catena a maglia grumetta
La catena di collegamenti del cordolo si colloca accanto alla catena di cavi come una delle forme di catena più classiche. Una catena di collegamenti cordoli è fatta prendendo una catena con collegamenti che sono collegati in modo ordinario e poi torcendolo fino a quando i collegamenti diventano deformati. Ogni collegamento individuale sembra quindi che le sue metà superiori e inferiori siano state attorcigliate in direzioni opposte. Infine, la maggior parte delle catene di collegamenti del cordolo sono quindi sottoposte ad appiattimento in modo che i loro collegamenti acquisiscano i caratteristici angoli angolari.

Catena a palline
Una catena di scheè è costituita da numerosi elementi a forma di palla che sono stati infilati su un filo. Se le singole sfere sono fatte di metallo, di solito sono vuote. Palle solide di pietra, trafitto con un foro per accettare il filo di filo, può anche creare bellissimi effetti.

Catena del serpente
Come il rettile per il quale prende il nome, la catena di serpenti è elastica e flessibile. La sua superficie è quasi chiusa perché i collegamenti piatti hanno la forma di squame che sono strettamente connesse ma comunque del tutto flessibili. Le catene di serpenti sono particolarmente adatte per l'uso come catene che portano ciondoli.

Catena di cavi
La catena di cavi e la catena di collegamenti sono due delle forme di catena più classiche. Caratteristici della catena del cordolo sono i collegamenti ovali, che sono disposti alternativamente in orientamento orizzontale e verticale. La catena di cavi è uno dei tipi più forti di catene. Serve come forma di base per molte varianti: ad esempio, le superfici esterne dei singoli collegamenti possono essere appiattite (catena di cavi piatta) o leggermente arrotondate (catena di cavi arrotondati).

Catena intrecciata
La catena intrecciata deriva il suo nome dal suo aspetto caratteristico. Queste catene sembrano trecce di capelli meticolosamente pettinate. I loro singoli elementi si intrecciano alternativamente e molto da vicino, creando così un aspetto simmetrico.

Catena veneziana
La catena veneziana, conosciuta anche come la "catena di box veneziane" o "mignon chain", si è evoluta dalla catena di ancoraggio. Si compone di elementi quadratici che sono formati da strisce rettangolari di metallo. Come avviene anche in un'Erbskette, i collegamenti di una catena veneziana sono alternativamente collegati tra loro in orientamento orizzontale e verticale.

Chiarezza (purezza)
Il termine "chiarezza" (purezza) è uno dei quattro criteri di qualità ( le "4 C") secondo il quale viene valutato il valore di un diamante. I diamanti assolutamente perfetti, completamente privi di inclusioni, sono rare eccezioni. La purezza dei diamanti è giudicata molto rigorosamente e classificata secondo un sistema valutativo accettato a livello internazionale. Il grado più alto è "IF" ("internamente impeccabile", cioè completamente privo di inclusioni). Il termine tedesco equivalente "lupenrein" significa "puro sotto una lupe". Gli altri gradi sono i seguenti. Da VVS1 a VVS2 significa "molto piccolo incluso" e si riferisce a diamanti con piccole inclusioni invisibili all'occhio non assistito.

China Pearl
Molti anni fa, i coltivatori di perle cinesi hanno iniziato a coltivare perle coltivate in acqua dolce senza nucleo in ostriche che coltivavano negli affluenti e nei canale del sistema fluviale Yangtse. Le perle d'acqua dolce cinesi hanno una forma attraente, quasi sferica. I più grandi possono avere un diametro di 10 mm. Lo spettro dei colori spazia dal bianco, rosato e verde alle tonalità intense di rosso e lilla. Nel processo di coltivazione, un po 'di tessuto vivente che forma madre-perla viene innestato nel corpo dell'ostrica in modo che queste perle non abbiano nucleo e consistono interamente di nacre.

Chiusura a baionetta
La chiusura a baionetta è una chiusura sicura e innovativa per i minatori. Una chiusura, che spesso funge da centrotavola ornamentale, ha piccoli fori con cerniere su due dei suoi lati. Questi fori accettano pali che sono attaccati ad ogni estremità del collier. I pali vengono inseriti nei fori, quindi viene data una torsione per bloccarli in posizione. Questo principio permette di indossare la stessa chiusura con diversi collier, o di ornare un collier con uno qualsiasi dei diversi centritavola diversi.

Choker
Un "choker" è un collier che si aggrappa vicino al collo, quasi come se stesse soffocando chi lo indossa. Una catena corta e aderente fatta di maglie o di un collier che abbraccia il collo fatto di uno o più fili di perle può essere descritta come un "choker". Tutte le perle in un choker perla sono identiche in termini di dimensioni.

CIBJO
CIBJO è la confederazione professionale internazionale dell'industria della gioielleria. Fondata nel 1926, l'organizzazione è stata chiamata "Confédération Internationale de la Bijouterie, Joaillerie, Orfèvrerie, Perles et Pierres" dal 1961. Tutte le principali nazioni industriali sono membri. Tra i compiti più importanti del CIBJO è quello di designare nomi e descrizioni esatti per pietre preziose e perle. Queste designazioni ufficiali sono elencate nel cosiddetto "Libro Blu".

Citrina
La citrina è un membro del gruppo al quarzo. I sinonimi sono "gold topaz", "Madeira topaz" o "Spanish topaz", anche se queste citrine assomigliano solo superficialmente al topazio vero perché condividono un colore simile a quella gemma. Il nome "citrine" deriva dal colore giallo limone, anche se le citrine più avidamente ambite sono chiare, dal giallo luminoso al rosso-rosso. La citrina è una pietra dura, non-fissile, e relativamente resistente. Le fonti principali sono Brasile, Madagascar e Stati Uniti.

Collana collegata
La collana collegata è una catena classica e molto femminile. Si compone di elementi rotondi e voluminosi che sono alternativamente collegati orizzontalmente e verticalmente tra loro. L'aspetto di questo tipo di catena varia a seconda dello spessore e delle dimensioni dei suoi singoli collegamenti.

Collier de Chien
Un "collier de chien" è una collana aderente, larga o multi- strand. E 'stato il più popolare pezzo di gioielleria durante il 1920 e ha giocato un ruolo importante nelle mode della fine del XV e metà del XVIII secolo. Al giorno d'oggi la forma collier de chien è interpretata in molti modi diversi. Collier di questo tipo sono disponibili anche con perle, diamanti o pietre colorate. Il nome deriva dalla lingua francese e significa letteralmente "collare del cane".

Colore
Il termine tecnico "colore" è uno dei quattro criteri di qualità ( le "4 C") secondo il quale viene valutato il valore di un diamante. Le pietre sono giudicate in confronto con le squame dei colori. La maggior parte di queste bilance hanno 12 gradi di qualità. Il grado più alto è "molto fine bianco", che viene utilizzato per descrivere diamanti che sono assolutamente incolore. I diamanti di questa qualità sono identificati dalle lettere "D" ed "E" o dal termine "fiume". I diamanti "Fine bianco" sono identificati dalle lettere "F" e "G" o dalla frase "Top Wesselton". Le pietre bianche sono identificate dalla lettera "H" o dalla parola "Wesselton". La maggior parte dei diamanti sono delicatamente tinti di colore, spesso con un cast leggermente giallastro.

Colori tonica
Il valore di un diamante è determinato in base a criteri riconosciuti a livello internazionale (i cosiddetti "4 C"). Il criterio più importante è il colore, che viene definito secondo una scala di colori uniforme a livello internazionale. Questa scala è di solito suddivisa in 12 gradazioni. La parte superiore della scala è il bianco altamente fine conosciuto come "fiume". L'estremità più bassa della scala è riservata ai colori tonici, che hanno un tono giallastro più o meno intenso e che sono noti, ad esempio, come "Capo". Questo tono giallastro è prima prontamente visibile in pietre classificate "Top Cape" ed è ulteriormente suddiviso in vari gradi che sono assegnati lettere da "M" a "z".

Coltivazione delle perle
La coltivazione delle perle è stata inventata per la prima volta in Giappone all'inizio del XX secolo. Il metodo originale è ancora in uso oggi. Un nocciolo, tipicamente uno sferula che è stata trasformata al tornio da una conchiglia, viene impiantato in un'ostrica insieme a un tessuto di mollusco vivente che produce madreperla. I bivalvi vengono poi restituiti all'acqua e puliti a intervalli regolari. All'interno del guscio, il tessuto impiantato continua a produrre madre perla, coprendo gradualmente il kernel con strato dopo strato di madre perla. Sono necessari almeno 18 mesi di tempo per produrre una perla in questo modo. Le perle risultanti sono chiamate "perle coltivate".

Corallo
I coralli crescono nell'oceano a profondità di 300 metri o meno. Polipi morbidi molto lentamente costruiscono strutture ramificate escrendo una sostanza calcesche dai loro piedi simili a un disco. Il corallo è quindi l'impalcatura dei polipi, che vivono in piccole rientranze nei rami. Corallo di qualità gioielli, che cresce principalmente nel Mar Mediterraneo e nell'Oceano Pacifico, si verifica in una grande varietà di tonalità rosse e rosa. Particolarmente desiderabili sono la varietà rossa profonda, che gli esperti chiamano corallo "sangue opaco" o "moro", e una varietà rosa polverosa conosciuta come "pelle d'angelo".

Corindone
Corundum è essenzialmente incolore. Se sono presenti tracce di altri elementi ( principalmente ferro e cromo), il corundum può visualizzare ogni colore dell'arcobaleno. Il corundum incolore è una preziosa pietra preziosa. Dopo secoli di confusione nella nomenclatura, la convenzione internazionale ha ora accettato di utilizzare la parola "rubino" per descrivere il corundum rosso e usare la parola "zaffiro" per denominare le pietre di corundum in tutti gli altri colori. La parola "corundum" deriva da una lingua parlata nel subcontinente indiano, in cui la lingua una parola simile significava "pietra dura". Questa etimologia è davvero appropriata perché con una durezza di "9" sulla scala dei Mohs, il corundum è la seconda pietra più dura del mondo, superata in durezza solo dal diamante. I Corundums si trovano in ogni continente.

Cullinan
Il Cullinan è la "Stella d'Africa". Il più grande diamante grezzo mai trovato è stato chiamato dopo Sir Thomas Cullinan, il direttore di una miniera sudafricana dove questo diamante, che pesava 3.106 carati, è stato scoperto nel 1905. Nove diamanti importanti, grandi e 96 pietre più piccole sono stati tagliati da questo diamante grezzo. I grandi diamanti hanno numeri consecutivi. Il più grande dei nove, Cullinan I, pesa 530 carati ed è il più grande diamante tagliato al mondo, una distinzione che gli è valsa la "Stella d'Africa" accorto. Ornasce lo scettro della regina d'Inghilterra ed è conservato nella Torre di Londra.

Cuore tagliato
Il cuore tagliato permea diamanti e pietre colorate con un tocco di romanticismo. Come il nome implica, una pietra tagliata a cuore ha la forma di un cuore. Per raggiungere questo obiettivo, un tavolo triangolare o a forma di cuore è circondato da numerose sfaccettature che esaltano lo scintillio e il bagliore della gemma.